Roberta Barbi – Città del Vaticano

Quale parola di speranza portare a terre che sembrano affette dal desiderio di fuga? A questa domanda cercheranno di trovare una risposta gli oltre trenta vescovi che il 30 e 31 agosto prossimi parteciperanno al convegno sulle “Aree interne” organizzato dalla Conferenza episcopale italiana a Benevento. Nel solco di un cammino iniziato nel 2019, e a un anno dall’ultimo appuntamento, si ritroveranno presuli provenienti da dodici regioni italiane, tra nord e sud, maggiormente coinvolte nel fenomeno dello spopolamento. L’obiettivo, oltre a condividere spunti ed esperienze comuni, è quello di elaborare una pastorale ad hoc per questi territori.


“Qui, dove la vita non vuole morire”

“C’è bisogno di intelligenza politica e pastorale per ravvivare luoghi in cui la vita rischia di finire e dove, invece, paradossalmente può assumere una qualità superiore – ha affermato monsignor Felice Accrocca, arcivescovo di Benevento e organizzatore dell’evento – è qui dove la vita non vuole morire che si gioca il futuro della nazione ed è qui che il Vangelo deve essere annunciato a misura d’uomo e di territorio”. “Quando si registra l’abbandono di una parte del territorio è la nazione intera a subirne detrimento”, incalza il presule che mette in luce i principali rischi di questa situazione: una maggiore pressione delle forze della natura con l’eventuale incremento di disastri ambientali e la perdita di parte dell’immenso patrimonio artistico nazionale che fa dell’Italia un museo a cielo aperto.


Il programma del convegno

Tra i fenomeni che i vescovi analizzeranno, quello della metropolizzazione progressiva della popolazione italiana che ha visto molti paesi perdere gli abitanti più giovani e contemporaneamente essere privati di servizi fondamentali come scuole, poste e negozi. I lavori si apriranno con un’introduzione del segretario generale della Cei e arcivescovo di Cagliari, monsignor Giuseppe Baturi, per poi proseguire con la relazione a cura di monsignor Mario Crociata, vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno: “Una pastorale per le Aree interne: spunti di riflessione”. La due giorni si concluderà il 31 agosto con l’intervento del presidente della Cei nonché arcivescovo di Bologna, cardinale Matteo Zuppi.

Fonte: Vatican News