Carissimi,
sono lieto di comunicare che la Congregazione per l’Educazione Cattolica ha nominato Preside della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – Napoli il Ch.mo Prof. Emilio Salvatore della Sezione “San Luigi” per completare il mandato iniziato dal Rev.mo P. Roberto Del Riccio S.J. nominato il 13 agosto 2020 ed ultimamente trasferito ad altro incarico.
Il Prof. Salvatore è un biblista con lunga esperienza d’insegnamento. La sua presidenza saprà coniugare la continuità con la novità per lo sviluppo della PFTIM e degli istituti ad essa collegati.
Sono certo che accoglierete con favore il Prof. Emilio Salvatore, per promuovere la conoscenza e la diffusione della teologia nella società italiana.
Con gli auguri di buon lavoro, a tutti un cordiale saluto nel Signore.
IL VICE PRESIDE
Prof. Francesco Asti

LE NOSTRE SEDI

CHI SIAMO

La Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale si è costituita nel 1969 dalla confluenza delle preesistenti Facoltà Teologica Napoletana, erede della Facultas Theologiae presente nell’Università Fridericiana dal suo nascere (1224), e della Facoltà Teologica San Luigi, affidata alla Compagnia di Gesù.

LA NOSTRA MISSIONE

Il nostro obiettivo è creare un programma che coinvolga e interessi ogni singolo studente. Ci impegniamo a rendere l’apprendimento stimolante, aiutando gli studenti a superare le sfide e realizzare gli obiettivi preposti in un ambiente attento e collaborativo. Uno dei modi migliori per arricchire l’esperienza formativa

LE SEZIONI E GLI ISTITUTI

Sezioni della Facoltà Teologica
dell’Italia Meridionale

 

Istituti Aggregati

Istituti Affiliati

Istituti Superiori di Scienze Religiose

Inammissibile la violenza sulle donne, occorre un cambiamento culturale

La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne che ricorre ogni 25 novembre, è stata istituita dall’Onu nel 1999. Da allora, i governi sono tenuti a organizzare, in questa data, attività per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa grave violazione dei diritti umani. E anche le comunità ecclesiali sono invitate a prendere coscienza del problema e a impegnarsi a sostegno delle vittime. La testimonianza di Elisabetta Giordano, presidente di “TraLeDonne”